Donatori di voce

 

 

 

 

 

“Donare la propria voce è come prestare i propri occhi”

Un laboratorio di lettura con un solido progetto sociale. Donatori di Voce è un progetto per imparare a leggere ad alta voce, rivolto a studenti e persone interessate a donare il proprio tempo e la propria voce a coloro che non possono più leggere. Ma è anche un’occasione per condividere esperienze e relazioni.
 Un percorso per recuperare il benessere della lettura, ma anche quello dell’ascolto da seguire passo dopo passo attraverso queste pagine.

— IL BLOG DEI DONATORI DI VOCE—

IL PROGETTO

Il progetto Donatori di Voce nasce nella primavera del 2012 nell’ambito delle iniziative collaterali promosse dalla Fondazione Zoé e culminate all’interno di “Vivere sani, Vivere bene” e del “Forum del Libro” svoltisi a Vicenza a ottobre dello stesso anno.

Il progetto ha l’obiettivo di attivare e consolidare un gruppo di lettori disponibili a prestare la propria voce al servizio di anziani e di persone in situazioni di riabilitazione, di ricovero o di malattia.

Il gruppo Donatori di voce è coordinato da Carlo Presotto, attore, drammaturgo, regista e presidente de Il Teatro Stabile di Innovazione “La Piccionaia – I Carrara”, che cura i laboratori formativi, la strutturazione e l’andamento del progetto.

I laboratori formativi sono dei momenti di condivisione delle esperienze e di formazione sulla lettura ad alta voce in contesti sociali. Attraverso il laboratorio si cerca di rafforzare le capacità dei donatori ad ascoltare le persone alle quali si legge, ad interagire con il contesto ed a essere consapevoli della capacità di un testo di creare occasioni di relazione con se stessi e con gli altri.

Le letture ad alta voce nei reparti durano circa un’ora: i volontari, muniti di tesserino di riconoscimento, visitano il reparto a coppie e si alternano nelle letture.

Il progetto è proseguito sempre in fase sperimentale fino a settembre 2013 per poi svilupparsi ulteriormente grazie all’interesse di molti aspiranti volontari che volevano donare la loro voce. Ad oggi il progetto coinvolge più di 40 volontari che divisi in gruppi -chiamati circoli- riescono a garantire le letture nel reparto Pediatria per 4 giorni a settimana. Il circolo che operà ad oncologia, inizierà a breve le attività in reparto e da gennaio partirà una prima sperimentazione anche al Day Hospital. Sempre da gennaio ci sarà una nuova fase di sperimentazione che vedrà i donatori presenti anche nelle case di riposo e nei centri diurni per anziani dell’IPAB di Vicenza.

Il progetto si è sviluppato anche grazie all’interesse dell‘ULSS 6 che oltre ad accogliere positivamente l’iniziativa per la sua valenza culturale, ha messo a disposizione del gruppo le competenze del personale della struttura sanitaria tra cui la Dott.ssa Rossana Celegato psicologa del reparto Oncologia e lo staff della Scuola in Ospedale del reparto Pediatria.

Inoltre nell’autunno 2013 alcuni Donatori di Voce assieme a Carlo Presotto sono stati invitati a Milano per presentare il progetto alla manifestazione Bookcity e alla giornata del volontariato organizzata dalla rivista Vita, altre richieste di informazioni e proposte di accogliere il progetto sono arrivate da altre realtà sparse nel territorio nazionale.

Per questioni organizzative l’iscrizione alle attività e ai laboratori è sospesa fino a Settembre 2014, chi fosse interessato a partecipare è pregato comunque di inviare una mail a donatoridivoce@gmail.com comunicando i propri dati. Gli aspiranti volontari saranno contattati dalla segreteria organizzativa non appena riapriranno le iscrizioni.

Per Informazioni

donatoridivoce@gmail.com  

Marta Passarin  - 349.5882851